Le origini dell’azienda

La Tenuta Cocci Grifoni ha origine da una piccola azienda agricola acquistata dal bisnonno Vincenzo nel 1933 quando lui e sua moglie Rosa decidono, di piantare la prima vigna nel  Colle  Messieri, dietro la casa nuziale. Quando lui viene a mancare,  lascia l’azienda al figlio Domenico,  primogenito di una famiglia di 3 figli.  Domenico sposa  una ragazza di nome  Maria  e nel 1936  nasce nostro padre Guido, in contrada Messieri di Ripatransone. 

All’inizio i  nonni avevano diversi poderi destinati principalmente a cereali, olivi e viti a piede franco, maritate agli alberi da frutto. A quei tempi si faceva l’orto, si allevavano buoi e maialini e si aveva il pollame per le uova e i conigli per i giorni di festa..

L’avventura dei nostri genitori in campagna inizia quando il nonno non c’è piú.

All’inizio era  tutto un po’ improvvisato. Parliamo dei primi anni ’50, nostro padre studiava  al Ginnasio presso il Seminario di Ripatransone, e con la morte del papá decise di lasciare gli studi e ritornare a casa e rimanere con la madre vedova. Poco dopo sposó Diana, nostra madre, ed insieme si dedicarono alla viticoltura anticipando un trend degli anni successivi nel quale avvocati, medici e professionisti lasciarono le professioni per dedicarsi alle aziende vinicole. La vita non era facile nei campi ed in più si doveva mantenere anche parte della famiglia di origine con i ricavi dell’agricoltura.  I nostri genitori  avevano diverse famiglie di mezzadri a lavorare nelle vigne  e nei campi e Guido per aumentare  la produttività dell’azienda introdusse una serie di innovazioni creando condizioni di vita migliori per i  contadini  ed allo stesso tempo  migliorando l’agricoltura e la vinificazione. All’epoca si lavorava in modo  molto diverso da oggi: i disciplinari non esistevano come adesso e anche la qualità del vino prodotto nel Piceno non era altissima. Guido innanzitutto  si concentró sulla ricerca di  sistemi per rendere più generosa la terra usando concimi organici proprio per aumentarne la fertilità e tecniche di piantumazione a girapoggio per evitare l’erosione ed il dilavamento del suolo. Infatti  il terreno di per sé è sempre molto ricco di sostanze minerali e dunque era sufficiente creare le condizioni ottimali per far sì che queste sostanze si rendessero disponibili alla radice della pianta.

Negli anni 60 Guido pensa di investire ancora  nella terra ed acquista nuovi poderi che destina a vigneti. E’ in questi anni che nasce Marilena , la primogenita, nel 1965 in Contrada Messieri, quando i nostri genitori decisero di avviare  la  produzione di vino di qualità. Pochi anni dopo, nel 1970, nasce Paola e nello stesso anno si imbottiglia il primo Rosso Piceno Superiore, annata 1969. Anche in cantina la filosofia di nostro padre era controcorrente rispetto alle tendenze di quei tempi.

….continua

Related Projects